Lunedì 17 Ottobre 2011 15:30

Quali accorgimenti si possono adottare per l'isolamento delle facciate?

Scritto da  Thomas Zanutto

Il risanamento acustico delle aree e degli edifici disturbati dal rumore prodotto da infrastrutture di trasporto può essere attuato con interventi alla sorgente sonora, sul
percorso di propagazione sonora o direttamente al ricettore.

Gli interventi finalizzati alla riduzione del rumore alla sorgente o lungo il percorso di propagazione sonora consentono di ottenere un miglioramento del clima acustico su aree più o meno estese, mentre gli interventi ai ricettori consentono di risanare solamente gli ambienti interni di questi ultimi. La tipologia di intervento di risanamento deve essere scelta in funzione delle caratteristiche tecniche, ambientali ed economiche delle diverse soluzioni, restando comunque preferibile l’intervento sulle sorgenti o sul percorso di propagazione del rumore.
Nel caso degli interventi ai ricettori questi possono riguardare i differenti elementi che compongono il sistema di facciata. Tra questi sono compresi anche gli schermi di facciata, i balconi, le logge ed i ballatoi, mentre non sono comprese le barriere antirumore separate dall’involucro edilizio.
Tra gli elementi che compongono l’involucro edilizio sono compresi i serramenti, i dispositivi per il passaggio dell’aria, i sistemi di oscuramento. Questi elementi possono essere valutati separatamente o possono essere intesi come un unico sistema integrato.

 

Per affrontare questo problema complesso la Commissione Tecnica UNI "Acustica - Prodotti, processi e sistemi per l'organismo edilizio" ha elaborato la norma UNI 11296 "Linee guida per la progettazione, la selezione, l’installazione e il collaudo dei sistemi per la mitigazione ai ricettori del rumore originato da infrastrutture di trasporto".

Ultima modifica Martedì 18 Ottobre 2011 20:46
Altro in questa categoria: Portoncini blindati »

Collegati o registrati per inviare un commento